BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Socci: Gesù sposato? C'era l'ideologia anche nell'antichità...

Pubblicazione:

Caravaggio, Incredulità di san Tommaso (1600-01, particolare. Immagine d'archivio)  Caravaggio, Incredulità di san Tommaso (1600-01, particolare. Immagine d'archivio)

Appurato questo, come dobbiamo prendere una frase in cui si parla di Gesù uomo sposato?

 

La questione di Gesù sposato, del ruolo degli uomini e delle donne, anche l'aspetto sessuale della vita di Gesù è notoriamente un tema attinente alla religione gnostica, e dunque una questione puramente ideologica. Al di fuori di questo tipo di letteratura queste frasi non hanno valore. Se anche non ci fossero le datazioni scientifiche basterebbe semplicemente leggere qualche pagina dei vangeli canonici e qualche pagina dei vangeli gnostici o apocrifi per capire che dal punto di vista letterario e linguistico siamo davanti a mondi letterari diversissimi. 


Ci spieghi.

 

I vangeli canonici sono pura storia, cioè narrazione di fatti da parte di persone che li avevano vissuti e visti di persona, al punto che nella loro assoluta pulizia linguistica potrebbero essere usati nelle scuole di giornalismo tanto sono scarni ed essenziali. Cioè riferiscono i nudi fatti. Cito sempre il caso della flagellazione di Gesù, una macellazione terribile e cruenta che invece viene descritta senza alcun commento tanto sono fedeli al fatto, all'avvenimento nudo e crudo come lo videro di persona.

 

E i vangeli gnostici?

 

A fronte di questa essenzialità linguistica dei vangeli canonici, quelli gnostici invece sono la fiera dell'immaginario.

 

Ma si può ipotizzare, come ha detto qualcuno, che nel corso del IV secolo ci fosse un dibattito tra i cristiani sul tema del celibato di Gesù e quindi dei sacerdoti?

 

Questo non mi risulta, ma soprattutto non ce n'è notizia nell'ambito della Chiesa. Prendiamo il testo di Sant'Ireneo contro le eresie scritto nel II secolo. Lui prende letteralmente tutte le varie sette gnostiche analizzando le trovate, le teorie e le categorie teologiche che usavano. Ci fa sapere quali sono i vangeli veri anche perché era vicino storicamente ai fatti.

 

Dunque poteva saperne di celibato di Gesù.

 

La questione del celibato ha origini apostoliche dalla vicenda di Gesù, ma poi è stata normata molto più avanti, tanto è vero che la Chiesa orientale conosce ancora il matrimonio dei preti. Il celibato ecclesiastico ha norme che si rifanno alla verginità di Cristo però è notorio che Pietro e altri apostoli erano sposati. La questione del matrimonio dei preti non era assolutamente una questione teologicamente dirompente, a quei tempi.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
24/09/2012 - Vangeli canonici e gnostici (ROBERTO PERSICO)

A proposito della differenza tra Vangeli canonici e gnostici, ecco l'autorevole parere di un grande critico laico onesto, Geno Pampaloni, nell'introduzione alla raccolta dei vangeli apocrifi pubblicata da Einaudi: “Io non faccio questione di attribuzioni, di cronologia, che non sono partita mia, e tanto meno di ispirazione divina. Ma gli indizi che laicamente ricaviamo dalla nostra lettura priva del tutto di strumenti critici militano per gran parte a favore dell’autenticità dei quattro Canonici”.

 
23/09/2012 - E se anche fosse? (luisella martin)

Per me non cambierebbe nulla.

 
20/09/2012 - What is veritas? (claudia mazzola)

Quelle dicerie probabilmente sono frutto di un desiderio: chi non avrebbe voluto sposare Gesù? Ma tra il dire ed il fare c'è di mezzo il Vangelo...

 
20/09/2012 - Gesù sposato (Claudio Baleani)

Certo che quell'uomo ha sofferto parecchio, però il documento è inattendibile. D'altronde come potrebbe esserlo? Ma ve lo immaginate uno che dice: mia moglie ha capito bene quello che dico e è in grado di essere mia discepola? Si tratta di un documento falso. Adesso bisognerebbe sapere chi è la falsaria. Quello che mi incuriosisce è come si fa a pretendere la fine le celibato dei preti con questo documento e perché c'è chi se ne occupa.