BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Socci: Gesù sposato? C'era l'ideologia anche nell'antichità...

Pubblicazione:

Caravaggio, Incredulità di san Tommaso (1600-01, particolare. Immagine d'archivio)  Caravaggio, Incredulità di san Tommaso (1600-01, particolare. Immagine d'archivio)

E ipotizzare che qualcuno volesse gettare fumo tra i cristiani scrivendo che Gesù era sposato, un po' come oggi si discute di matrimonio dei preti?

 

Ci sarebbe anche una contraddizione nei fatti, perché coloro che oggi contestano il celibato ecclesiastico lo fanno dicendo che è solo una legge canonica che non ha mai avuto valore dal punto di vista teologico o spirituale. Invece è una legge canonica che ha le radici nella vita apostolica. Se dicono che nel IV secolo c'era un dibattito in corso sul celibato dei preti, si contraddicono e confermano che ha ragione la Chiesa.

 

Lei che conclusione trae da tutto questo?

 

Scoperte come questa sono trovate per fare clamore, non spiegano la complessità dei fatti e dimostrano una sorta di slealtà della cultura moderna nei confronti del cristianesimo, perché non si fanno i conti con tutto il contesto dei fatti relativi ai vangeli. Non si dice ad esempio che se si legge la letteratura apocrifa e gnostica si trova di tutto. Cè un vangelo apocrifo, mi pare di Tommaso, che cita una frase di Gesù per il quale se non diventi donna non puoi entrare nel Regno dei cieli. Una frase così non ha niente di storico, al contrario ha molto di attinente alla sfera, alla cultura, ai i riti e alle pratiche gnostiche. Bisogna sempre inquadrare la complessità dei problemi, e soprattutto tenere conto di tutti i fattori in gioco quando si parla di vangeli.

 

(Paolo Vites)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/09/2012 - Vangeli canonici e gnostici (ROBERTO PERSICO)

A proposito della differenza tra Vangeli canonici e gnostici, ecco l'autorevole parere di un grande critico laico onesto, Geno Pampaloni, nell'introduzione alla raccolta dei vangeli apocrifi pubblicata da Einaudi: “Io non faccio questione di attribuzioni, di cronologia, che non sono partita mia, e tanto meno di ispirazione divina. Ma gli indizi che laicamente ricaviamo dalla nostra lettura priva del tutto di strumenti critici militano per gran parte a favore dell’autenticità dei quattro Canonici”.

 
23/09/2012 - E se anche fosse? (luisella martin)

Per me non cambierebbe nulla.

 
20/09/2012 - What is veritas? (claudia mazzola)

Quelle dicerie probabilmente sono frutto di un desiderio: chi non avrebbe voluto sposare Gesù? Ma tra il dire ed il fare c'è di mezzo il Vangelo...

 
20/09/2012 - Gesù sposato (Claudio Baleani)

Certo che quell'uomo ha sofferto parecchio, però il documento è inattendibile. D'altronde come potrebbe esserlo? Ma ve lo immaginate uno che dice: mia moglie ha capito bene quello che dico e è in grado di essere mia discepola? Si tratta di un documento falso. Adesso bisognerebbe sapere chi è la falsaria. Quello che mi incuriosisce è come si fa a pretendere la fine le celibato dei preti con questo documento e perché c'è chi se ne occupa.