BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Socci: Gesù sposato? C'era l'ideologia anche nell'antichità...

Pubblicazione:

Caravaggio, Incredulità di san Tommaso (1600-01, particolare. Immagine d'archivio)  Caravaggio, Incredulità di san Tommaso (1600-01, particolare. Immagine d'archivio)

Un frammento di papiro risalente al IV secolo dopo Cristo scritto in lingua copta e la cui fonte ha voluto rimanere anonima. Lo ha presentato nei giorni scorsi una docente della Harvard Divinity School. Cos'ha di particolare questo frammento male conservato e grande come un biglietto da visita? Una frase: "Gesù disse loro: mia moglie…" e poi "lei sarà in grado di essere mia discepola". La stessa docente ha detto che nulla di questo frammento autorizza a dargli credito storico: si sa benissimo infatti quanti vangeli apocrifi e gnostici esistano. Ma ovviamente in molti si sono gettati sulla scoperta per valorizzare quella corrente di pensiero bene espressa da Dan Brown nel suo Il codice da Vinci: il matrimonio di Gesù. Per Antonio Socci "siamo davanti all'ennesimo caso sconcertante che ignora le straordinarie scoperte relative alla storicità dei vangeli canonici e invece dà spazio a questi scritti assolutamente irrilevanti e di natura gnostica". Secondo Socci "frasi come questa non hanno niente di storico, ma sono invece attinenti alla sfera, alla cultura, ai riti e alle pratiche gnostiche. Bisogna invece inquadrare la complessità dei problemi e soprattutto tenere conto di tutti i fattori in gioco quando si parla di vangeli".

 

Socci, che commento le viene da fare davanti a questa nuova scoperta di un testo in cui si cita una frase così clamorosa di Gesù?

 

Mi viene da dire che sulla questione dei vangeli è in atto, da decenni, un atteggiamento da parte degli studiosi che definisco sconcertante.

 

Perché?

 

Perché si ignorano le scoperte veramente straordinarie e clamorose che riguardano i vangeli canonici, tipo il papiro del vangelo di Giovanni che è stato trovato pochi anni fa e che riporta il vangelo all'età apostolica, demolendo tutte le illazioni e i teoremi costruiti su di esso in quanto vangelo apocrifo. Come vengono ignorati i papiri di Qumran che sono invece esplosivi nel loro contenuto. Ma anche scoperte archeologiche che documentano la storicità dei vangeli canonici.

 

Invece cosa fanno gli studiosi?

 

Periodicamente si allestisce questa fiera del frammento apocrifo, quando sappiamo benissimo che i cosiddetti vangeli apocrifi o vangeli gnostici si distanziano anche secoli dai vangeli canonici.

 

Quest'ultimo papiro, infatti, risalirebbe al IV secolo dopo Cristo.

 

E questo farebbe già capire di che tipo di opera si tratti. Un frammento del quarto secolo ha una attendibilità storica pari a zero, al punto che perfino la professoressa che lo ha presentato si è sentita in dovere di dire che questa cosa dal punto di vista della storicità non dimostra nulla.



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
24/09/2012 - Vangeli canonici e gnostici (ROBERTO PERSICO)

A proposito della differenza tra Vangeli canonici e gnostici, ecco l'autorevole parere di un grande critico laico onesto, Geno Pampaloni, nell'introduzione alla raccolta dei vangeli apocrifi pubblicata da Einaudi: “Io non faccio questione di attribuzioni, di cronologia, che non sono partita mia, e tanto meno di ispirazione divina. Ma gli indizi che laicamente ricaviamo dalla nostra lettura priva del tutto di strumenti critici militano per gran parte a favore dell’autenticità dei quattro Canonici”.

 
23/09/2012 - E se anche fosse? (luisella martin)

Per me non cambierebbe nulla.

 
20/09/2012 - What is veritas? (claudia mazzola)

Quelle dicerie probabilmente sono frutto di un desiderio: chi non avrebbe voluto sposare Gesù? Ma tra il dire ed il fare c'è di mezzo il Vangelo...

 
20/09/2012 - Gesù sposato (Claudio Baleani)

Certo che quell'uomo ha sofferto parecchio, però il documento è inattendibile. D'altronde come potrebbe esserlo? Ma ve lo immaginate uno che dice: mia moglie ha capito bene quello che dico e è in grado di essere mia discepola? Si tratta di un documento falso. Adesso bisognerebbe sapere chi è la falsaria. Quello che mi incuriosisce è come si fa a pretendere la fine le celibato dei preti con questo documento e perché c'è chi se ne occupa.