BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ 2. Dove nascono i giovani precari?

Pubblicazione:

Giuliano Cazzola (Infophoto)  Giuliano Cazzola (Infophoto)

Ma Cazzola non rende mai ideologico il suo giudizio. Lo spiega con un mondo cambiato dalla globalizzazione, in cui regole vecchie non sono più valide.  Porta anche molti dati che non vengono quasi mai citati, perché non funzionali al luogocomunismo. Racconta anche la storia delle riforme del lavoro in Italia, da quella di Tiziano Treu a quella di Marco Biagi (l’amico a cui dedica il libro nel decimo anniversario dell’uccisione) a quella dello “Statuto dei Lavori” proposta da Sacconi che non ha visto la luce per la caduta del Governo Berlusconi. Racconta anche come sia cambiata in (molto) meglio e in che cosa, nel corso del lavoro parlamentare (di cui è stato protagonista assieme a Castro, Treu, Damiano e Ichino), la recente Riforma Fornero, nata in modo illuministico e riportata - e il merito di questo è soprattutto suo - a una ragionevolezza in grado di prevenire danni seri.

E questo perché Cazzola è un riformista vero, come Biagi, e come lui sa che le regole sono strumenti che devono servire alla società reale e che, quando pretendono il contrario (“costringere processi fattuali a sottoporsi a norme insostenibili”) sono condannate a essere violate o eluse. In un’epoca in cui la ribalta è, purtroppo, riservata a incantatori di serpenti o a chi fomenta con toni manichei il “tutti contro tutti”, il realismo, la ragionevolezza e la passione per le singole persone di Giuliano Cazzola sono merce rara e preziosa. Per questo vale la pena leggere questo libro. E di farlo leggere ai nostri figli.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.