BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RUSSIA/ La verità di papa Francesco alla "prova" di Oriente e Occidente

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Andrej Rublëv, Cristo Salvatore (Immagine d'archivio)  Andrej Rublëv, Cristo Salvatore (Immagine d'archivio)

Dialogo, apertura reciproca, ricerca comune a partire da un'esperienza positiva che in tanti anni si è andata costruendo e consolidando, in particolare attraverso il lavoro di Russia Cristiana, del Centro culturale "Biblioteca dello Spirito" a Mosca, oltre che attraverso tanti altri scambi e legami che, a volte in maniera imprevedibile, si sono intrecciati. Si dialoga offrendo all'altro la propria identità, che per noi stessi è oggetto di stupore, in quanto dono ricevuto, e nel contempo vocazione: è stato questo accento a dettare la scansione dei temi e la struttura del loro svolgimento, perlopiù dialogante, nelle diverse sessioni in cui si articola il convegno tra Milano e Mosca. 

I capofila di questo dialogo saranno l'arcivescovo della Madre di Dio a Mosca, Paolo Pezzi, che riprenderà nella sua lezione in Cattolica un testo memorabile del teologo ceco Josef Zvěřina sulla presenza dei cristiani nella società, e il cardinal Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, che presenterà in un'università ortodossa moscovita l'edizione russa del suo testo Una nuova laicità, dialogando in un contesto molto sensibile sui problemi del multiculturalismo e sulle nuove sfide della testimonianza cristiana.

Queste e altre tematiche legate alla dottrina politica e fondamenti giuridici della convivenza civile verranno riprese anche da personaggi autorevoli come Marta Cartabia, giudice della Corte costituzionale, e dall'ex ministro pakistano Paul Jacob Bhatti, a Mosca; e viceversa da Andrej Zubov (direttore di un ambizioso progetto di ricostruzione storica del '900 russo ideato da Solženicyn), Andrea Simoncini (docente di diritto costituzionale a Firenze), a Milano.

La struttura relazionale dell'io, che si misura con l'immagine trinitaria, sarà esaminata alla luce della filosofia e della teologia, da Est e da Ovest, con particolare attenzione all'idea di sobornost', uno dei concetti-chiave della spiritualità russa. Tat'jana Kasatkina (Accademia russa delle scienze), parlerà delle sfide e della paradossale positività della secolarizzazione, proprio per i cristiani, e del fondamentale contributo che essi possono offrire al mondo nella misura in cui riscoprono la fede come propria esperienza originale, come dialogo tra un io personale e il Dio personale.

L'arte assume infine un posto di rilievo, perché consente di recuperare una dimensione fondamentale della verità, il suo esprimersi nell'amore e nella bellezza, nella sequela della Tradizione che è alle radici di ogni autentica creatività: a Milano, presso la Scuola d'arte Beato Angelico, una tavola rotonda sull'arte liturgica vedrà dialogare architetti, pittori e scultori russi e occidentali impegnati nella costruzione e nella decorazione di spazi dedicati al culto. A Mosca, verrà esposta all'Istituto Statale di Architettura una mostra sulla Sagrada Familia, l'ultima delle grandi cattedrali, con la presenza dell'architetto che ne ha diretto negli ultimi anni i lavori, Jordi Faulì, e un concerto di musiche della tradizione religiosa e popolare spagnola.


La Fondazione Russia Cristiana e il Centro Culturale "Biblioteca dello Spirito" organizzano il convegno internazionale "Identità, alterità, universalità". In collaborazione con Università Cattolica del Sacro Cuore e Università degli Studi di Milano
Prima sessione: 5-8 ottobre 2013, a Seriate e Milano
Seconda sessione: 8-11 novembre 2013, a Mosca
Qui il programma dettagliato



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.