BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Quando l'università non ha più niente da dire ai giovani

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

C'è salvezza, dunque. Una salvezza su cui a mio parere Celli dovrà ancora esercitarsi guardando questa volta al dolore e all'infelicità anche dei professori che vorrebbero un'università certo pedagogica, ma che pedagogica è proprio perché esalta con lo studente la ricerca e fornisce ai professori tutti i mezzi per poterla condurre a termine.

Il sapere esperienziale e l'utopia di una teodicea che ci salvi dalle bassezze dell'umano o è di tutti o non è di nessuno. Del resto Montaigne, che Celli cita nei suoi incipit sulle teste che devono essere ben fatte piuttosto che piene vale per tutti, nessuno escluso.

Per quel ci riguarda, siamo con Celli perché siamo con Montaigne. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.