BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NATALE 2013/ L’"Adorazione" di Giorgione: la forza di un Bimbo cambia tutto

Pubblicazione:

Giorgione, Adorazione dei pastori (1500-05) (Immagine d'archivio)  Giorgione, Adorazione dei pastori (1500-05) (Immagine d'archivio)

Non si può fare altro che inginocchiarsi e fissare lo sguardo su quel Bambino, che attira a sé tutto il creato rendendolo nuovo, aperto, luminoso. Così potrà essere per ognuno di noi. L'umanità è riemersa dall'oscura spelonca della morte e del peccato. Forse nella decisa evidenza della grotta c'è anche la profezia della Passione che troverà nel sepolcro il luogo della vittoria definitiva, quella celebrata da un'altra alba, quella della Pasqua. 

La familiarità dei luoghi e la naturalezza della luce rendono tutto incredibilmente presente e vero: quello che accade, il suo significato e il suo destino ultimo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/12/2013 - Seconda pagina (Silvano Rucci)

L’uomo, Credente come i Santi genitori di Gesù, fida nel Dio Creatore e durante tutta la propria esistenza, nonostante la lotta precaria per la vita sulla terra e la consapevolezza della polvere che ne resterà del suo corpo dopo la morte, ora è consapevole che Dio può creare dal nulla, quindi può restituire a ciascuno sia il proprio Corpo che il proprio Spirito. Noi con la morte non siamo degli abbandonati come cenere e rifiuti sulla terra. Questa è la Gioia immensa che proviamo nel contemplare, anno dopo anno, apparentemente un semplice Bambino appena nato, ma realmente un Essere Sacro, donatosi a noi poveri e mendicanti per condurci con Amore a Suo Padre, visto che esitiamo a farlo liberamente da soli. Il Miracolo della Natività si completa poi con la Vittoria definitiva sulla morte, nella Resurrezione del Cristo flagellato sulla Croce e ciò fa riemergere l’Umanità destinandola ad una Eternità luminosa. Questo Santo destino dopo la morte sia per sempre la nostra Gioia nel Santo Natale di nostro Signore Gesù!

 
24/12/2013 - La forza di un Bimbo ci può cambiare tutti! (Silvano Rucci)

La nascita di Gesù appare straordinariamente naturale e provvidenziale, ma quel che ci sorprende lasciandoci attoniti è il Miracolo più grande che possa essere stato donato ad un essere umano sulla terra. Il dono è immenso in quanto Dio Creatore si manifesta come Autore assoluto della Vita umana, iniziando dall’Annuncio a Maria di una incarnazione che non è naturale ma sovrannaturale. Sia Santa Maria che San Giuseppe accettano questa realtà per Fede ed Amore verso il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe. Noi ora tocchiamo con mano che nulla è impossibile a questo Dio che dal nulla crea tutte le cose! Il dono che ci riguarda direttamente è proprio questo: Egli crea un uomo con il Suo Verbo che si fa carne! Dio è fra noi in carne ed ossa, prima Bambino, poi anche Uomo che protegge ogni essere umano aiutandolo a realizzarsi secondo le proprie capacità naturali.