BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Barcellona: così Benedetto sfida la crisi del Padre nel nostro tempo

Pubblicazione:mercoledì 20 febbraio 2013

Benedetto XVI (InfoPhoto) Benedetto XVI (InfoPhoto)

La stessa ricorrente affermazione della "stanchezza" del Papa e della sua perdita di forze non è spiegabile soltanto come un fatto del corpo e dell'anima, ma come un segno della necessità di oltrepassare la soglia alla quale è giunta la storia cominciata duemila anni fa. Anche l'eventuale malattia del corpo per un uomo di fede come Ratzinger non può essere dissociata dall'elaborazione consapevole del significato anche simbolico di ogni fatto anche fisico, va vista invece come un dono dello Spirito Santo che stimola un gesto di discontinuità innovativa per dare la possibilità agli uomini di rendersi conto della gravità dell'ora.

Capisco che sto proponendo un'ennesima interpretazione, ma mi sembra necessario spostare il terreno di ogni riflessione da quello che sembra delinearsi in questi giorni: dall'indecente lotteria sull'identikit del nuovo papa alla convocazione del cardiochirurgo che lo ha operato di recente in un dibattito che propone il tema delle possibili spiegazioni biologiche del gesto del Papa. Così come mi sembra abissale la distanza fra il significato che questo gesto dovrebbe porre a tutti e l'insistenza mediocre del dibattito politico sul cortile di casa nostra.

Nessuna connessione simbolica tra la rinuncia del Papa e la crisi di un'intera umanità che rischia di trovarsi fra pochi anni totalmente asservita al potere inaudito della tecnica che, come continua a ripetere Emanuele Severino, può rendere insignificanti tutti gli scopi e le idealità degli esseri umani. Oggi scrive Boncinelli: "l'ultimo sforzo che la scienza si prefigge è di potenziare il cervello umano sano con circuiti elettronici e chip al silicio per farne una supermacchina". A quanto pare esiste un progetto americano per poter mappare la mente di tutti gli uomini e conquistare così anche il cervello.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.