BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NERUDA/ Morire di malattia o per mano di un dittatore non è la stessa "verità"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Pablo Neruda (1904-1973) (Immagine d'archivio)  Pablo Neruda (1904-1973) (Immagine d'archivio)

C'è un precedente del fatto che non sia insensato riesumare un corpo dopo così tanti anni: come ha confermato l'autopsia recentemente eseguita sul suo corpo, si è scoperto che l'ex presidente cileno, Eduardo Frei Montalva, fu fatto uccidere con un'iniezione letale da Pinochet nell'82 nello stesso ospedale in cui morì Neruda.

 

Perché si sono decisi solo ora a fare l'autopsia a Neruda? Il regime di Pinochet è fuori gioco da anni.
La stessa riesumazione di Allende è avvenuta solo un paio di anni fa, quando ormai il clima politico lo consentiva. La magistratura, sia nel caso dell'ex presidente marxista che in quello di Neruda, sembrerebbe però essersi messa in movimento per riaprire il caso con una certa calma... ma più passa il tempo, più è possibile che gli eventuali responsabili non potranno essere puniti per ragioni anagrafiche, e dal punto di vista legale è ormai troppo tardi.

 
Com'è stata accolta, in Cile, la notizia del nulla osta a procedere con l'autopsia a Neruda?
Faccio un solo esempio: A Madrid ho parlato con lo scrittore Luis Sepúlveda, di origini cilene, che all'epoca del golpe del '73 era un giovane comunista della guardia di Allende. Mi ha detto di non aver ragioni particolari per credere alla versione dell'omicidio, però non ne ha neppure per escluderlo. Dal suo punto di vista, la possibilità di sapere è preziosa e non va tralasciata, non per cercare vendetta, perché ormai la realtà politica stessa ha condannato gli anni della dittatura, ma per far sapere fino a che punto si può spingere un regime quando si scatena la violenza.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.