BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

11 SETTEMBRE 1683/ L'assedio di Vienna, lo scontro di civiltà e la tazzina di caffè

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Vienna (InfoPhoto)  Vienna (InfoPhoto)

Nel secolo successivo, quello che avrebbe portato a momentanee rivincite cristiane come Lepanto, la Francia sotto scacco, dopo la sconfitta di Pavia del 1525, cercò di rifarsi sulla Spagna rivale e, di nuovo, sugli Asburgo intavolando trattative disinvolte con la Porta musulmana. Ancora nel secondo Seicento, l’entusiasmo crociato non infiammò più di tanto la corte di Luigi XIV, il Re Sole, e la diplomazia pontificia dovette insistere perché alle belle dichiarazioni di solidarietà anche Parigi cominciasse a far seguire passi concreti.

Nei conflitti per l’egemonia degli uni contro gli altri, che tornavano ciclicamente a divampare, la fede (di qualunque veste si colorasse) poteva diventare una risorsa da sfruttare anche in senso strumentale, per coprire tornaconti e chiusure che avevano le loro radici in un terreno molto meno splendidamente nobile.

Anche gli eroi della virtù e del coraggio rischiavano di rimanerne vittime inconsapevoli.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.