BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BIENNALE/ Se la scienza e la gnosi chiudono l’arte in "gabbia"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Immaginare l’impossibile senza desiderarlo ha portato a rendere possibile l’immaginabile, riducendo la realtà ad associazioni di idee, come definiva Chesterton il nostro modo di conoscere e creare di moderni.

Il Padiglione Vaticano, dall’interessante sfida sulla conoscenza lanciata dalla Biennale, resta secondo noi fuori e parla d’altro.

È come sempre dalle strette calli di Campo Sant’Angelo che troviamo in Palazzo Fortuny la vibrazione del vero non senza acuti interrogativi, come un abbraccio e non come un museo senza libertà, con la mostra significativamente titolata Lo Sguardo dell’artista con Antoni Tapies (Barcellona) e il suo sentire le cose. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.