BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EUGENIO CORTI/ Quando il dramma dell'uomo avviene in "presenza" di Dio

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Per un grande scrittore ogni piccola cosa, ogni scarto minimo, ha diritto di cittadinanza, a patto che porti il riflesso della verità. Quando è stato chiesto a François Livi, docente alla Sorbona di Parigi, di definire l’asse portante de I più non ritornano, non ha avuto dubbi: «È la fedeltà assoluta alla realtà e alla verità dei fatti, senza alcuna concessione a mode letterarie. Il rispetto per una materia così bruciante e tragica scarta ogni effetto retorico e ogni costruzione artificiale. Nessuna concessione al patetico, alle riflessioni psicologizzanti, alle digressioni, alle transizioni abilmente manovrate; nessuno sfruttamento dell’orrore». 

Verità, verità, soltanto verità: è questo il compendio della ricerca di Corti. I cerchi concentrici generati dai suoi lavori non smettono di allargarsi, di conquistare  nuovi lettori. 

È il destino dei grandi maestri. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
02/07/2013 - Lo strazio Paterno e la libera scelta del Figlio! (Silvano Rucci)

Anche la morte del Cristo è avvenuta alla "presenza" di Dio Padre ed è inconfutabile che non ne abbia sofferto fino a viverne tutto lo strazio Paterno di fronte alla libera scelta del Figlio. Cristo ha voluto sconfiggere il male attraverso l’Amore e soltanto per Amore verso noi uomini, a vantaggio di tutta l’umanità, passata, presente e futura. Cristo questo strazio lo ha voluto sopportare fino a morire, dimostrandoci a tutti che all’Amore immenso, sovrumano come quello del Padre per le sue Creature, ci si può aspirare soltanto ed unicamente tramite la nostra libertà di scelta. Con decisioni prese in tutto l’arco della nostra vita, che sarà fatta di scelte responsabili usando la nostra piena libertà! Dio Padre ci ha creati per arrivare al Suo Amore e ci lascia “liberi” di fare sia il Bene che il Male che tutti siamo in grado di discernere responsabilmente. Dio Padre evidentemente non può mettersi ad amare anche per nostro conto, pretenderemmo troppo! Suo Figlio però lo ha volontariamente fatto ed ancora oggi lo fa! Cerchiamo di capire come e con l’aiuto di chi, se non attraverso la Terza Persona che è Amore Puro, cioè lo Spirito Santo! Dio è Trinità e non è Uno che sta solo a guardare ciò che accade, per farci evitare il nostro male che accade! Egli attende una risposta personale ed il nostro ritorno, immersi nello strazio che noi abbiamo scelto pur conoscendo il male!