BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Chi comanda in Italia? Viaggio nel paese "liquidato"

Pubblicazione:

Giulio Sapelli (Infophoto)  Giulio Sapelli (Infophoto)

Sconvolgimenti geostrategici, spinta inconsulta alla finanziarizzazione, mutamenti culturali, perdita di una memoria storica come la "missione" che ha svolto in Italia la classe dirigente uscita dalla Resistenza. Il percorso di Sapelli tocca la politica, l'economia, la storia, la sociologia, l'antropologia e il lettore trova un filo rosso ben preciso per arrivare a una conclusione.

È da un libro come Chi comanda in Italia che si vedono le profonde ferite italiane. Di fronte a queste ferite non basta l'unione monetaria europea, che, realizzata in questo modo, Sapelli razionalmente definisce la "negazione della storia" e, semplicemente, "una follia". Lasciamo che il lettore lo scopra, pagina dopo pagina. Le speranze, a questo punto? Forse sono poste in un piano europeo di politica economica keynesiana.

Ma è una speranza legata a un filo molto sottile. Immaginare che la signora Angela Merkel e i "bulldog" della Bundesbank comprendano quello che ha scritto un lord inglese liberale come Maynard Keynes è impresa molto ardua. Soprattutto di questi tempi.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.