BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIUSSANI/ 1. Abbruzzese: perché i maître à penser degli anni 90 non l'hanno capito?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Ma ciò lo porta anche alla necessità di riconoscere il concetto di senso e di destino. La percezione di una realtà che sia irriducibile al semplice snocciolarsi di avvenimenti fortuiti, privi di significato, ma possegga invece un senso, costituito dal fine felice al quale ciascuno è destinato, mina alle fondamenta quello stesso disincanto laico del quale si alimenta invece la cultura diffusa post-ideologica, ancora segnata dalla fine delle utopie degli anni sessanta. Al disincanto laico don Giussani contrappone una logica di senso nella quale nulla è banale nell'universo ordinario della vita quotidiana. Nulla è privo di senso se non il concetto – che per don Giussani è semplicemente "insulso" – secondo il quale la vita non abbia alcun significato e al soggetto non resti che "cogliere l'attimo", cioè l'occasione fortuita, in quanto tale. Il testo traccia pertanto il percorso di una educazione al vivere, all'esistere, colto come anello indispensabile di una relazione con il Padre, dalla cui "inesorabile presenza" non si può sfuggire.

Si è dipendenti dagli eventi, dagli avvenimenti significativi, ma lo si è proprio in quanto questi consentono di realizzare la propria vocazione, di compiere il destino al quale si è chiamati. Accostarsi al dialogo che don Giussani intrattiene con i responsabili universitari di Cl, consente allora di cogliere il filo di una ricollocazione antropologica dell'uomo che segna un confine invalicabile con la modernità. Al soggetto moderno, indipendente ed autoreferenziale, che analizza la realtà, coglie i conflitti che la attraversano e si schiera nel gioco delle collocazioni e della prese di posizione, don Giussani contrappone un soggetto interamente costituito da una relazione significativa, totalmente dipendente dall'esperienza di incontri che gli cambiano la vita.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.