BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Basterà Calvino a risollevarci dalla "leggerezza" dei nuovi barbari?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Premesso che non ascolto Skrillex e che ho gusti musicali differenti, credo che dobbiamo imparare anche noi a essere attenti alla leggerezza e muoverci in un universo di apertura e comprensione. A muoverci di fianco. "Si può dire - dice ancora Baricco - che i Red Hot Chili Peppers o Madonna o Bjork siano il superamento di qualcosa, o un passo avanti rispetto a qualcosa? Magari lo sono anche, ma non è questo il punto. Il loro successo è più probabilmente fondato sulla capacità di compiere un passo di fianco, sulla loro capacità di generare una differenza, forte, ben strutturata, autosufficiente".

Ecco l'altra parola chiave. La differenza. Quella che ci deve portare a comprendere l'approccio delle nuove generazioni. Che guardano la tv, mentre giocano con l'Ipad, chattano con gli amici, fanno i compiti e magari ascoltano anche i discorsi che mamma e papà fanno in cucina a bassa voce. "Surfano" veloci da una cosa all'altra. E lo fanno maledettamente bene. Sempre il mio amico mi diceva, parlando dei figli: "Cerco di spegnere la tv appena possibile, di limitare i videogiochi e di portarli in montagna dove non hanno tutte queste distrazioni e si divertono di più con altre cose". Tutto vero. Ma non possiamo affrontare questo cambiamento con "il peso" del passato.

Lo dobbiamo fare comprendendone la leggerezza. "Nei momenti in cui il regno dell'umano - dice Italo Calvino nelle Lezioni americane - mi sembra condannato alla pesantezza, penso che dovrei volare come Perseo in un altro spazio. Non sto parlando di fughe nel sogno o nell'irrazionale. Voglio dire che devo cambiare il mio approccio, devo guardare il mondo con un'altra ottica, un'altra logica, altri metodi di conoscenza e di verifica. Le immagini di leggerezza che io cerco non devono lasciarsi dissolvere come sogni dalla realtà presente e del futuro...".

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.