BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BENEDETTO XVI/ Per fare politica occorre il "cuore" di Salomone

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il papa emerito Benedetto XVI  Il papa emerito Benedetto XVI

Ieri, presso la Biblioteca del Quirinale, è stato presentato il volume "La legge di Salomone. Ragione e diritto nei discorsi di Benedetto XVI" curato da Marta Cartabia, giudice della Corte costituzionale e da Andrea Simoncini dell'Università di Firenze. A discutere del libro, coordinati dal giornalista Andrea Tornielli, erano presenti Gaetano Silvestri, presidente della Corte costitutzionale, mons. Georg Gaenswein, Prefetto della Casa Pontificia, i professori Francesco Viola e Francesco D'Agostino.

L'idea di questo libro nasce da una constatazione: oggi la Chiesa è accusata spesso di entrare "a gamba tesa" nei dibattiti politici ovvero nelle discussioni di tipo giuridico; da più parti si ritiene che le gerarchie cattoliche pretendano di dettare ex cathedra i contenuti del dibattito democratico, distorcendo, così, tale dibattito. Un'accusa del genere è fondata? Questa obiezione nasce dalla vera posizione della Chiesa sulle questioni politiche e giuridiche? Davvero il Papa e la Chiesa intendono entrare in questi dibattiti "dettando" ai politici ed alle istituzioni cosa dovrebbero dire o fare?

Cosí è nato il progetto che Marta Cartabia ed io abbiamo curato, quello cioè di raccogliere assieme e ripubblicare cinque grandi discorsi pubblici che il Papa emerito Benedetto XVI ha tenuto dinanzi ad istituzioni civili, politiche o accademiche (Regensburg, Westminster, Collège des Bernardins, Nazioni Unite e Bundestag); chiedendo poi ad un gruppo di autorevoli esperti nel campo delle scienze giuridiche e politiche, espressivi delle più diverse sensibilità religiose, geografiche, culturali, accademiche e istituzionali, di proporne un commento. 

Il risultato è andato al di là delle più ottimistiche previsioni. I nomi che hanno accettato di partecipare sono davvero tra gli studiosi più autorevoli e chi vorrà acquistare il libro potrà scorrerne l'elenco completo. 

Cattolici, ebrei, protestanti, musulmani, agnostici, tutti hanno accettato di paragonarsi con questo pensiero. Alcuni hanno posto domande o sollevato interrogativi, altri hanno sottolineato la fecondità della posizione della Chiesa soprattutto dinanzi alle sfide che vive la società umana contemporanea. Tutti, comunque, hanno accettato questo dialogo con il Papa emerito come un interlocutore all'altezza delle sfide e dei valori in gioco, rifiutando così la riduzione caricaturale cui molto spesso viene sottoposta la posizione del magistero cattolico.

Ma il punto più interessante è che questo dialogo sta proseguendo oltre le pagine del libro.

La giornata di ieri lo dimostra: un panel d'eccezione ha accettato di proseguire la discussione lanciata dal volume, riprendendo le tesi di fondo del pontefice emerito e sviluppandone ulteriormente le potenzialità. Il dibattito è stato ricchissimo di contributi interessanti; un punto tra gli altri è emerso sinteticamente: le idee riguardanti il pensiero politico-giuridico della dottrina cattolica molto spesso sono stereotipi.



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
31/01/2014 - Bene (luisella martin)

Lodevole idea degli autori, grande il nostro Papa Emerito! Corro a comprare il libro!