BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DERRIDA/ La verità ci chiede sempre di cambiare

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Jacques Derrida (1930-2004) (Immagine d'archivio)  Jacques Derrida (1930-2004) (Immagine d'archivio)

La lezione di Derrida può perciò essere oggi, forse più che mai, raccolta e messa alla prova. Ma questo atto implica una profonda trasformazione della ragione. È in questione una ragione che non sia semplicemente una prassi di dominio e di controllo di idee e di legami, ma invece coinvolgimento ed esperienza di una trasformazione di sé.

Leggere Derrida, interessarsi al suo pensiero significa scegliere un percorso la cui struttura implica un rischio e una promessa. È vero che il suo testo non si dà, non si dischiude al primo venuto e neppure si dà a saccheggi e/o a facili ripetizioni. Qui sta la difficoltà a frequentare e comprendere questo autore e la causa delle resistenze nei suoi confronti.

Sant'Agostino, nelle sue Confessioni, citate da Derrida, dice che la verità si annuncia non solo come ciò che illumina (veritas lucens), ma anche come verità che rimprovera (veritas redarguens).

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.