BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Roncoroni, occorre un altro per capire noi stessi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Federico Roncoroni (Immagine dal web)  Federico Roncoroni (Immagine dal web)

Infatti, a lunghe sezioni, che, personalmente, avrei preferito scorciate, meno insistite e più allusive, in cui — richiestone da Isabella (e scopriremo poi perché) — Filippo si dedica a ricordare la loro vita intima e quel che ne è restato dopo la malattia e l'abbandono, si alternano brani indicativi di una fortissima sensibilità al bello, letterario e naturale, come il seguente: "È allora che ho capito che dentro ciascuno di noi, dentro tutti gli uomini e dentro tutte le donne, esiste un immenso spazio di sensibilità ignoto a noi stessi: ce lo portiamo dentro tutti, ma riusciamo a raggiungerlo, a esplorarlo e a farlo nostro solo grazie all'aiuto delle persone che amiamo e che ci amano. Questo vuole dire amarsi come ci siamo amati: aiutarci a portare alla luce i tesori segreti l'uno dell'altra e metterli in comune, a disposizione dell'uno e dell'altra" (p. 343).

E tuttavia, malgrado questa alternanza di toni, fra una sfumatura lirica, accesa, delicata, e una che non rifugge da una terminologia colloquiale quando non a volte fin troppo libera, il lettore resta calamitato dalla delicatezza delle digressioni descrittive, dalla sensibilità con cui Roncoroni sa soffermarsi sui minimi particolari dell'ambiente che circonda il protagonista, sia che si tratti di soffermarsi sulla visione di un giardino sferzato dalla pioggia primaverile, che sulla descrizione di un gattino abbandonato. Ma, soprattutto, benché intuisca via via il mistero su cui si regge il racconto, il lettore resta avvinto a queste pagine, per scoprire con certezza quale sia il motivo che tiene Isabella lontana da Filippo. E se dopo l'iniziale, felice, stupore per la ricomparsa — è il caso di dire così — di tra le nebbie del web di Isabella, l'autore fa lamentare al maturo innamorato che la donna si prenda tempi fin troppo lunghi per chiudere "un'importante questione personale" che la tocca molto molto da vicino, il lettore comincia a formarsi un'idea ben precisa, sino al finale, invero ben preparato da Roncoroni, in cui si rivela come, quando e in quale veste Isabella arriverà, come da lei promesso, nella villa sul lago dove è tanto attesa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.