BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Mazzarella: Francesco, Rebora e la "conversione" di un'anima "perduta"

Pubblicazione:

Papa Francesco (Infophoto)  Papa Francesco (Infophoto)

E questo lo deve alle sue radici, che non sono solo quelle cristiane, ma che nel cristianesimo hanno trovato la loro verità più radicale, perché sono le radici dell'uomo, che come il pioppo di Rebora, che Francesco ha citato al Consiglio d'Europa, ne reggono il fusto e i rami, capaci di tendersi al cielo, nel vento della storia. E sono queste radici cristiane — una rivendicazione di umanità per tutti, e non una rivendicazione confessionale — che Francesco ha invitato con forza ad accudire, come "dignità trascendente" dell'uomo, mistero a se stesso; che come il pioppo di Rebora, tronco di mistero, "si inabissa ov'è più vero". Che è poi, umanamente, il cuore dell'uomo, dove è inscritta la bussola — «la sua innata capacità di distinguere il bene dal male» — con cui anche l'Europa, un'Europa troppo oggi di solitudini e paure, di egoismi e chiusure, può «riscoprire la sua anima buona».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.