BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISTIANI E MUSULMANI/ "Dio è morto", forse no: la secolarizzazione e le sue sfide

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Gli attori in gioco (gli "ulema" rappresentati delle scienze islamiche tradizionali, gli "islamisti" e i "modernisti") hanno dato vita a un pluralismo di fatto di grande interesse, tra rappresentanti della legge che hanno ammesso deroghe alla lettera coranica (il permesso della poligamia); islamisti che hanno affermato i criteri religiosi regolativi della materia famigliare, utilizzando insieme un lessico moderno di tipo funzionalista; modernisti che hanno fatto valere le ragioni di una visione che tiene conto dell'evoluzione sociale del paese senza trascurare appropriati riferimenti religiosi. Ogni gruppo pertanto ha attinto a diversi linguaggi, religiosi e secolari, generando discorsi ibridi: una caratteristica che sembra essere la forma assunta dalla secolarizzazione in una parte del mondo islamico.

Questo seminario e il rispettivo gruppo di lavoro rappresentano la prima tappa del progetto di ricerca Conoscere il meticciato, governare il cambiamento, reso possibile da Fondazione Cariplo. Un progetto che, da vari punti di vista, affronta le problematiche della società plurale e multireligiosa. Il metodo è promettente; anzi, forse l'unico a misura del problema: comporre con un paziente lavoro di mosaico, fatto di tessere teoriche ed empiriche, l'immagine di un mondo alla ricerca delle sue ragioni di convivenza.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.