BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Ken Follett contro Tolkien, cosa non si fa per un pizzico di "eternità"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Lo scrittore britannico Ken Follett (Infophoto)  Lo scrittore britannico Ken Follett (Infophoto)

Vi troverebbe almeno il seguente frammento di pensiero tolkieniano sull'ontologia degli esseri fatati che definisce "elfi" e del mondo che essi abitano (detto FairyFaërie the Perilous Realm), dalla cui lettura integrale ricaverebbe indubbia utilità: "è ovvio che la fantasia può essere portata all'eccesso. Può essere deforme. Se ne può fare cattivo uso. Può persino ingannare le menti dalle quali è uscita. Tuttavia, per quale cosa umana in questo mondo di peccato tali affermazioni non sono vere? Gli uomini non hanno soltanto concepito gli elfi, ma hanno immaginato dei e li hanno adorati, giungendo persino ad adorare quelli che erano nati più deformi a causa della malvagità dei loro autori. Hanno, inoltre, fatto falsi dei da altri materiali: le loro opinioni, le loro bandiere, i loro denari; persino le loro scienze e le loro teorie sociali ed economiche hanno preteso sacrifici umani. Abusus non tollit usum. La fantasia rimane un diritto umano: noi facciamo nella misura che ci è propria e secondo una modalità che deriva da un'altra origine, perché siamo fatti; e non soltanto fatti, ma fatti a immagine e somiglianza di un Divino Fattore" (traduzione di Enrico Reggiani).


https://wbyeats.wordpress.com 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.