BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EZIO RAIMONDI/ Girare intorno alle parole per farle vivere

Pubblicazione:

Ezio Raimondi (1924-2014) (fotoSchicchi, il Resto del Carlino)  Ezio Raimondi (1924-2014) (fotoSchicchi, il Resto del Carlino)

E la si coglie nei suoi scritti, anche da chi non l'abbia conosciuto, ma sappia accoglierne l'invito a non fermarsi mai alla finitezza della parola, per incantevole o persuasiva che sia, ma a girarle intorno per farla vivere di vita nuova ogni volta, come accade quando si vuole davvero conoscere una persona perché la si ama.

Per chi poi lo ha conosciuto e frequentato, la storia è un'altra ancora. O meglio, è la stessa, ma con un di più indescrivibile di risonanze emotive che soltanto gli anni, il ripensamento, talvolta i sogni del passato permettono di ridurre a chiarezza definitiva. Paradossalmente, la sua mancanza, adesso, aiuta. Ora capisco bene: lo strappo è così doloroso, il vuoto così fisico, perché lui ci ha amati. Nei suoi modi distanti e talvolta cerimoniosi, nel suo parlare solo di libri, in un riserbo e in un pudore assoluti, tutti noi, studenti, allievi, giovani e sempre meno giovani studiosi, Raimondi ci ha amati. Questo, mi sembra, ci dà il senso vero del suo magistero, mettere a disposizione, come sulle tavole di un convito, non già il suo sapere, ma la parte più preziosa di sé: la passione di una ricerca mai finita.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.