BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Claudel, attacco ai cattolici "antimoderni"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Biblioteca Malatestiana di Cesena, Aula del Nuti (XV sec.) (Immagine d'archivio)  Biblioteca Malatestiana di Cesena, Aula del Nuti (XV sec.) (Immagine d'archivio)

A conferma della validità di questo approccio pienamente storico alla comprensione della genesi dell'Occidente cristiano, per cercarlo di capirlo dall'interno, possiamo solo aggiungere che il rifiuto del risentimento antimoderno viene di fatto a incrociarsi con una delle tendenze più robuste della scienza del passato coltivata dai professionisti del sapere accademico, lungo una via che dagli storici "costituzionali", alla Brunner, porta fino alle aperture di coloro che sono stati i seguaci più innovativi della scuola francese delle Annales. La sfida che ci consegna è la stessa esibita dal titolo, provocatorio, dell'ultimo saggio di Jacques Le Goff: Faut-il vraiment découper l'histoire en tranches? (Seuil, Parigi 2014). È proprio necessario fare a pezzi l'unità della nostra storia?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.