BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Alberto Methol Ferré, il filosofo amico del papa

Pubblicazione:

Jorge Mario Bergoglio (Infophoto)  Jorge Mario Bergoglio (Infophoto)

Con il Concilio, la riforma e l'illuminismo diventano finalmente un passato, perdono sostanza e ragion d'essere, e realizzano il meglio di se stessi nell'intimità cattolica della Chiesa. La Chiesa, all'assimilarli, li abroga in quanto avversari e ne raccoglie la potenza costruttiva» (p. 95). È la stessa prospettiva che sorregge la lettura del rapporto tra cristianesimo e modernità che Joseph Ratzinger, da teologo e da papa, ha offerto in più occasioni. Una prospettiva che spiega la sintonia di Methol Ferrè con papa Benedetto. Methol, venuto a mancare nel 2009, non poteva certo prevedere che il suo amico Bergoglio sarebbe divenuto pontefice. In lui avrebbe certamente trovato, con grande gioia, la realizzazione, nel cuore della Chiesa, di quegli ideali che lo avevano guidato in tutta la sua vita.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.