BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Tolkien e il Beowulf: quel mostro in noi che insidia la virtù

Pubblicazione:

J.R.R. Tolkien (1892-1973) (Immagine d'archivio)  J.R.R. Tolkien (1892-1973) (Immagine d'archivio)

Tutto questo però non completamente o non sempre da solo, ma con amici, alleati, compagni d'arme. Non sarà lui ad uccidere il drago, ma avrà contribuito in maniera decisiva al buon esito dell'impresa, facendo sì che, dopo la vittoria e il recupero del tesoro, l'avidità di uomini e nani già alleati non li spinga a combattere gli uni contro gli altri esponendoli poi all'assalto di un nuovo nemico alle porte, le orde degli orchi. Bilbo Baggins non riporta a casa nessun bottino, se non quell'inquietante anello d'oro trovato casualmente, ma è cambiato: è un hobbit diverso, che ha acquisito conoscenza del mondo e di sé stesso.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.