BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL FATTO/ Da Edelmann alla Politkovskaja, il sacrificio dei Giusti cambia la storia

Pubblicazione:

Scorcio di Varsavia (Infophoto)  Scorcio di Varsavia (Infophoto)

Raccontare storie esemplari fa bene soprattutto ai giovani perché indica loro come agire e offre dei punti importanti di riferimento per non farli cedere allo sconforto e alla rassegnazione.

Come ha dichiarato recentemente il giornalista Konstanty Gebert, uno dei fondatori di Solidarność e membro del Comitato per il Giardino di Varsavia: "Uno che ha visto l'89 perde per sempre il diritto morale di essere pessimista, perché quello che è accaduto allora non sarebbe mai dovuto accadere: il comunismo che crolla senza che sia sparsa una goccia di sangue? L'Unione Sovietica che dice "scusi" e se ne va? Ma figuriamoci! Se un anno prima dell'89 qualcuno me lo avesse detto, io avrei riso. Allora, noi che l'abbiamo visto, noi che in qualche modo abbiamo anche contribuito a quegli eventi non abbiamo più il diritto di dire a qualcun altro 'non funzionerà, non avete nessuna possibilità di farcela', perché noi abbiamo visto un miracolo e questo miracolo è stato realizzato da mani umane, dalle mani dei Giusti. E questo è per noi un'eredità e un compito".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.