BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOSTRA/ Palermo, "Noi Danziamo": la strada come palcoscenico negli scatti di Lorenzo Gatto e Paolo de Figueroa

Pubblicazione:

La locandina della mostra  La locandina della mostra

Un viaggio attraverso le immagini per ritrarre la danza contemporanea: un’occasione per rivendicare il senso dell’arte della danza. Set fotografici in spazi all’aperto, attraverso la città: è l’idea dei fotografi di scena Lorenzo Gatto e Paolo de Figueroa in una mostra, che sarà inaugurata giovedì 22 gennaio 2015, a Palermo, alle 19, presso la Galleria 091 Lab di via Maletto, 5, dal titolo “Noi Danziamo”. L’obiettivo della mostra è quello di focalizzare l’attenzione sulla danza, un’arte poco frequentata, per richiamare l’attenzione dello spettatore e delle istituzioni e sensibilizzarle. Vivendo in questo ambiente, i due fotografi si sono resi conto delle difficoltà dei danzatori ad esprimersi in una città “sorda”. Da qui il desiderio di dare spazio a questi artisti, che hanno voglia di riscatto, con la creazione di foto che ne evidenziano le capacità. Insomma si tratta di un connubio d’arte in tutte le sue sfaccettature. La strada, un palcoscenico improvvisato per i danzatori, che vogliono farsi “ascoltare”. Ventidue foto, dodici danzatori che hanno scelto un luogo della città per esibirsi, davanti agli occhi della gente incuriosita. Il danzatore è autore di se stesso, il senso è quello di ascoltare il proprio corpo nella danza e nell’ambiente.  Tecnica, fantasia, sentimento dell’arte della danza con un unico linguaggio: la fotografia. Ma chi sono Lorenzo Gatto e Paolo de Figueroa? Sono due artisti dell’immagini, che emozionano con i loro scatti. Sono due attenti osservatori, che riescono ad esprimersi al meglio nell’arte della fotografia. Lorenzo nasce a Palermo il 12 ottobre 1963, Paolo il 5 agosto 1966. La passione di Lorenzo gatto è stata ereditata dal padre, al quale rubacchiava una Balda a pellicola, che gli serviva per dare corpo alle sue immagini. I primi scatti ritraggono i viaggi che faceva con la famiglia o seguiva il papà alle ultime gare della Targa Florio, negli anni Settanta. Paolo si appassiona alla fotografia sin da bambino, coltivandola ed accrescendo la sua conoscenza fino ai primi anni Novanta, quando ha la fortuna di incontrare uno dei grandi della fotografia siciliana, Nicola Scafidi, il quale gli insegnò ed lo indirizzò alla fotografia professionale dandogli la possibilità di collaborare con il suo studio, facendogli fare tantissima esperienza soprattutto nel campo del reportage giornalistico e nella stampa del bianco e nero. Oggi specializzato in fotografia pubblicitaria, moda, fashion, ritratti, teatrale, danza e cerimonia. “Molto suggestivo è stato osservare come in ambienti così “poco consoni” normalmente alla danza, entrambi i fotografi hanno voluto valorizzare la mia presenza ed il mio sapermi mimetizzare o essere in contrasto con il luogo scelto – racconta al “Sussidiario” Cinzia Tartamella, una delle danzatrici che hanno preso parte al progetto- dandomi la possibilità improvvisando di poter ascoltare me stessa, il mio corpo, la mia anima e l’ambiente che mi circondava. Colori, rumori, la gente che osserva… sono tutti fattori che ovviamente mi hanno influenzato in modo nuovo e diverso da dove si è soliti danzare ma che hanno dato vita a qualcosa di corposo che Lorenzo e Paolo hanno catturato insieme alla mia danza”. (Serena Marotta) 



© Riproduzione Riservata.