BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOTOGRAFIA/ Lo "sguardo" di san Francesco nel diaframma di Fulvio Roiter

Pubblicazione:

Fotografia da "Ombrie" di Fulvio Roiter (Immagine dal web)  Fotografia da "Ombrie" di Fulvio Roiter (Immagine dal web)

Il paesaggio umbro è irriconoscibile, così come sono del tutto assenti riferimenti espliciti a luoghi canonici e tracce del poverello d'Assisi. Eppure la consonanza emotiva, la tensione spirituale sono immediatamente percettibili come se l'eco del messaggio francescano avesse permeato di sé l'essenza stessa di questa terra, come una vibrazione sottile che non smette di perpetuarsi nei gesti degli abitanti, nei cristalli di neve, nelle pozzanghere e nelle foglie.

Roiter nel seguito della sua carriera percorrerà rotte esotiche, dal Belgio al Libano, dal Portogallo al Messico, esercitando e mettendo alla prova la propria peculiare sensibilità e passando dal bianco e nero al colore come spesso capita a chi incontra l'Africa nel suo percorso artistico e di vita. Ma sempre rimarrà in lui una cifra stilistica forgiata in quel lontano inverno del 1954, trascorso nel cuore dell'Umbria ad inseguire radi fili d'erba che emergono dal manto nevoso: un'ideale di bellezza puro, incontaminato e senza tempo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.