BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

HALLOWEEN/ Perché Linus attende la felicità da una zucca vuota?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Charles Schultz ci dà, attraverso la profonda devozione di Linus per la Grande Zucca (chiamiamola finalmente, correttamente così), una sua visione di Halloween molto vicina alla spiritualità antica celtica — poi passata nel cristianesimo — che vedeva in questa festa un momento non di paura dei morti, ma di speranza. Per i celti la notte del loro capodanno era quella in cui questo mondo poteva entrare in contatto con l'altro, con l'Aldilà. Così Linus vive questa attesa, questa speranza di una venuta di una entità potente e benefica. La Grande Zucca non è una parodia del Sacro: è una sua manifestazione in un mondo scettico e triste. E' una sorta di Babbo Natale. Linus vede nel Grande Cocomero-Zucca colui che lo potrà rendere felice, e lo attende con incrollabile fiducia nonostante qualche volta i dubbi lo assalgano e il mondo intero lo derida o lo commiseri. Magari si arrabbia perché il Grande Cocomero non si è palesato, oppure si dispera al momento ma poi passa e torna ad essere fiducioso nonostante tutto e tutti. Linus trova in questo suo credo una chiave di lettura religiosa del mondo: non siamo soli, c'è un Essere buono che verrà e ci farà felici, e ci ripagherà di tutte le amarezze, e ci darà la felicità.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.