BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ E' possibile "continuare" la saga di Stieg Larsson?

Pubblicazione:

David Lagercrantz (Foto Joachim Adrian da politiken.dk)  David Lagercrantz (Foto Joachim Adrian da politiken.dk)

Le tre vicende, quella di Balder — e di August —, quella di Blomkvist e quella di Lisbeth tornano presto a intrecciarsi, ed è subito chiaro e palese quello che era emerso pian piano nel corso della trilogia, ovvero che è Lisbeth la vera protagonista della saga. Insieme, spesso, nei luoghi dove si trova Mikael compare una giovane dal viso soave e dall'aria apparentemente dolce e indifesa, una ragazza veramente irresistibile: si tratta di Camilla, la gemella di Lisbeth, sulla cui storia, rimasta in sospeso nella trilogia, Quello che non uccide ci informa (la massima di Nietzsche cui allude il titolo è stata scelta perché si trattava della frase che il padre delle due ragazze, Zalachenko, amava maggiormente).

Il romanzo, che a qualcuno ricorderà a tratti il plot di un film di qualche anno fa, Codice Mercury, centrato sulla protezione a oltranza di un bambino autistico detentore di un grosso segreto, è scritto con estrema professionalità e competenza nella narrativa di genere, e, con il suo intreccio calibrato e ben calcolato di storie e personaggi, nonostante le oltre cinquecento pagine si legge tutto d'un fiato: soprattutto, lascia aperta la porta a un possibile ulteriore episodio della serie, in cui ci possiamo aspettare un faccia a faccia non solo virtuale fra Lisbeth e la gemella.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.