BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Francesco in Africa, la "capitale" del mondo non è più Parigi

Pubblicazione:

Papa Francesco (Infophoto)  Papa Francesco (Infophoto)

L'altro grande momento "politico" del viaggio è stato l'incontro con gli imam musulmani nella moschea di Kaudoukou, dove il Papa, come all'Angelus dopo Parigi, ha voluto ricordare che chi uccide in nome di Dio ne sfigura il volto e ne sequestra il nome per coprire interessi e motivazioni che con Dio non hanno nulla a che fare. «Dio è pace», e come ha ribadito sull'aereo di ritorno il fondamentalismo e la violenza religiosa sono "idolatria", che ci fa perdere «la carta d'identità» del nostro comune essere tutti figli di Dio. Che il dio unico dei monoteismi abramitici è il dio unico dell'unica umanità eguale in ogni uomo; è il monoteismo della fratellanza. E se si riduce al dio unico solo di qualcuno che ne rivendica il monopolio confessionale è un dio tra tanti, un idolo pericoloso nelle mani sanguinarie di chi ne infanga il nome; e del dio, del Dio unico "padre e madre dei viventi", non ha niente se non i tratti sfigurati dell'uomo che odia l'altro uomo.

Insomma un viaggio tutto politico questo in Africa del Papa, di un Papa che venendo dal Sud del mondo ha tutta la credibilità, sugli scenari della terza guerra mondiale a pezzi, per farla questa politica del "bene comune", ed è forse anche l'unico che la può promuovere.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
01/12/2015 - I soliti ragionamenti ambigui (Massimo Zamarion)

Certo che c'è un solo Dio e che tutti siamo figli di Dio, ma ciò non significa che Allah sia uguale al Dio cristiano, al di là del fatto che molti musulmani possono essere in buona fede e con le loro opere (che non possono venire che dalla "vera" fede) meritare la salvezza. E che vuol dire poi che "il popolo di Dio corrisponde all'intera umanità"? Ancora una volta: tutti siamo figli di Dio, ma il vero popolo di Dio è quella parte di esso (quella parte, ahinoi!) che fa la sua volontà, anche se non tocca a noi giudicare di ne fa veramente ...parte. Sento odore di visioni immanentistiche...