BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TERESA D'AVILA/ Il segreto di una mistica che piace anche ai non credenti

Gianlorenzo Bernini, Estasi di Santa Teresa d'Avila (1647-52, particolare) (Foto dal web) Gianlorenzo Bernini, Estasi di Santa Teresa d'Avila (1647-52, particolare) (Foto dal web)

Questa è comunque la strada da percorrere, anche mediante la preparazione di nuove edizioni, che recepiscano gli ultimi risultati e i nuovi indirizzi che la critica testuale ha definito dentro e fuori l'ordine, e la realizzazione di traduzioni che sappiano rendere al meglio tutta la concreta e originalissima freschezza della pagina di Teresa, che parla di mistica nello stile diretto e con le parole concrete di una donna castigliana. Proprio attraverso uno strumento umano come la parola, Teresa ci propone infatti di superare i limiti del sensibile, non per fuggire dalla realtà, ma alla ricerca del senso vero di ogni nostra esperienza.

© Riproduzione Riservata.