BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DON GIUSSANI/ De Bortoli: ci ha costretti a pensare con la nostra testa

Pubblicazione:

Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera (Infophoto)  Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera (Infophoto)

Per la mia formazione in famiglia e in seminario prima, per la mia meditazione dopo, mi ero profondamente persuaso che una fede che non potesse essere reperta e trovata nell'esperienza presente, confermata da essa, utile a rispondere alle sue esigenze, non sarebbe stata una fede in grado di resistere in un mondo dove tutto, tutto, diceva e dice l'opposto» (p. 163). (…)

Don Giussani ci ha costretti a pensare con la nostra testa, ma con la nostra testa reclinata sulla spalla dell'amico o maestro che ci sta vicino; se non ci fosse la spalla di chi ci sta vicino, probabilmente la nostra testa dondolerebbe inutilmente. Da questo punto di vista, è illuminante leggere che cosa disse agli studenti del Berchet il primo giorno di scuola, nell'ottobre 1954: «Non sono qui perché voi riteniate come vostre le idee che vi do io, ma per insegnarvi un metodo vero per giudicare le cose che io vi dirò. E le cose che io vi dirò sono un'esperienza che è l'esito di un lungo passato: duemila anni» (ivi). (…)

-
L'articolo è una sintesi della testimonianza dell'autore contenuta ne "Un'attrattiva che muove. La proposta inesauribile della vita di don Giussani", a cura di Alberto Savorana, Bur, 2015, da oggi in libreria. Con interventi di: Bertagna, De Bortoli, De Rita, Groppi, Magatti, Mauro, Mazzarella, Mieli, Modiano, Ouellet, Pisapia, Polito, Riotta, Sansonetti, Sapelli, Violante, Weiler.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.