BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DON GIUSSANI/ Polito: ha capito la vera "rivoluzione" che serve all'Italia

Pubblicazione:

Don Luigi Giussani (1922-2005) (Immagine dal web)  Don Luigi Giussani (1922-2005) (Immagine dal web)

A questo proposito, una cosa che è spiegata bene nel libro - e che per mia ignoranza non sapevo - è che in realtà il nome non nasce da lui, ma da un gruppo di giovani dell'Università Statale che alla fine del 1969 avevano stampato quell'espressione – Comunione e Liberazione - sui ciclostilati che distribuivano in facoltà. E gli altri, gli universitari del Movimento studentesco, cominciarono a usare questo slogan per indicare quel gruppo di giovani cattolici. Solo successivamente don Giussani vide uno di quei ciclostilati affisso su un muro e quella formula gli piacque, a tal punto da riconoscerla come il nome di quella nuova amicizia, nata proprio nel mezzo della temperie del Sessantotto: «Ecco, noi siamo il nome che si sono dati gli universitari [...] perché comunione è liberazione» (p. 418). Ripeto, mi sono permesso di parlare di ciò che mi appare come importante – importante per la mia vita e per la mia esperienza - della presenza di don Giussani, del suo passaggio su questa terra. 


-
L'articolo è una sintesi della testimonianza dell'autore contenuta ne "Un'attrattiva che muove. La proposta inesauribile della vita di don Giussani", a cura di Alberto Savorana, Bur, 2015, ora in libreria. Con interventi di: Bertagna, De Bortoli, De Rita, Groppi, Magatti, Mauro, Mazzarella, Mieli, Modiano, Ouellet, Pisapia, Polito, Riotta, Sansonetti, Sapelli, Violante, Weiler.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.