BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Ivan Karamazov, la misericordia e la giustizia

Pubblicazione:

Papa Francesco (Infophoto)  Papa Francesco (Infophoto)

E difatti quando Gesù chiede al fariseo quale dei due servi cui un creditore avesse perdonato i debiti lo amerebbe di più, quello con un debito maggiore o quello con un debito minore, Simone riconosce che sarebbe certamente quello a cui il creditore avesse condonato di più. E Francesco osserva: «Solo quando il giudizio di Simone è rivolto all'amore, allora egli è nel giusto». Il male è il contrario della giustizia, e la giustizia da parte sua mira a ristabilire e a risarcire l'ordine violato del bene giudicando e punendo il male come male. Ma nella misericordia può accadere qualcosa di impossibile: che il male divenga il luogo del perdono e della rinascita. 

Va bene: e tuttavia — immaginiamoci quello che Ivàn potrebbe ancora obiettarci — cosa ne è di coloro che continuano a compiere il male e non accettano questo sguardo di misericordia (cioè, in fondo, che ne è di ciascuno di noi)? La questione resta aperta, e la domanda rilanciata: ma che cosa vediamo quando guardiamo al cuore dell'uomo? O meglio, che cosa vede e ci fa vedere Cristo quando guarda il nostro cuore? Senza ritornare a questo punto, il male resterà sempre e solo una questione di impossibile giustizia.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.