BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EXPO 2015/ 2. Se la "misura" della nostra vita comincia nel piatto

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Ma ci sono e ci richiamano alla loro condizione. Questo messaggio potrà sviluppare una maggior coscienza dell’accesso all’alimentazione, non solo confinata a terre lontane - e quindi di fatto rimovibili dalla nostra cura quotidiana -, ma farci aprire lo sguardo alla problematica più vicina, alle domande dei 6 milioni di poveri assoluti nel nostro Paese.

Emerge immediato il dovere, ma anche la grande opportunità offerta dalle derrate perfettamente commestibili che la filiera alimentare, spesso insensibile o anche solo disinformata, potrebbe recuperare, richiamo anche ai governanti affinché passino velocemente dallo scrivere Carte - importanti, ma spesso rifugio delle buone intenzioni a scarso investimento - a sostenere e facilitare processi semplici e sicuri di raccolta di ciò che il commercio fa avanzare.

Per questo nutro una grande speranza di fronte ai cancelli di Expo 2015 che si aprono oggi: che sia un’occasione non persa, una possibilità di girovagare con curiosità intelligente, a cercare, a capire, a lasciare che tecnica e innovazione non siano per lo sguardo - e per il gusto - solo uno spettacolo di bellezza di forme e di colori, ma coinvolgano la vita di tutti per una consapevolezza: per la persona che ha da mangiare, sul come lo fa; per chi ha a cuore chi meno ha nel piatto, su quale speranza possa poggiare la sua ricerca di sostegno. In questo senso ben si colloca il benvenuto che il Banco Alimentare presenta ai visitatori nel padiglione Zero, attraverso un video che descrive le Buone Pratiche di recupero a scopo sociale.

A tutti auguro una buona, operosa e intelligente visita.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.