BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA BIBBIA DEL DIAVOLO/ Il più completo manoscritto medievale esistente: chi lo scrisse?

Pubblicazione:

La Bibbia del diavolo  La Bibbia del diavolo

Si trova conservato alla Biblioteca nazionale svedese: è il più completo manoscritto medievale conservato, 22 centimetri di spessore e 92 centimetri di altezza, 74 chili di peso. Ci vogliono almeno due persone per sollevarlo. Per completarlo ci sarebbero volute le pelli di più di 160 animali. E' il Codice Gigas, altrimenti soprannominato "Bibbia del diavolo": al suo interno una intera pagina a colori con un ritratto di Satana. La leggenda vuole che sia un libro maledetto, e come sia stato composto e soprattutto da chi è ancora un mistero. La leggenda parla di un monaco medievale condannato ad essere murato vivo per aver spezzato il suo voto e che per evitare la condanna avrebbe promesso di scrivere in una sola notte un libro contenente tutto il sapere umano. Mentre la mezzanotte si avvicinava e la fine del lavoro era ancora lontana, il monaco disperato si sarebbe rivolto al diavolo per chiedere aiuto a finire il libro in cambio della sua anima. Il diavolo avrebbe accettato il patto: il libro sarebbe stato finito da lui, con l'aggiunta del suo autoritratto, quello che si vede nel libro. Una approfondita analisi scientifica del libro portata a termine alcuni anni fa, avrebbe dimostrato che l'intero volume sia stato scritto dalla stessa persona. Inoltre ci sarebbero voluti cinque anni di lavoro continuo per portarlo a termine. Ma cosa contiene il libro? L'intera Bibbia e cinque lunghi testi tra cui le Cronache di Boemia scritte da Cosma di Praga. Resta il mistero di chi l'abbia scritto: secondo gli esperti, analizzando la firma a fine libro che recita "Hermanus inclusus" la leggenda del monaco murato vivo sarebbe dovuta a un errore nella trascrizione. In realtà ci sarebbe scritto "recluso": un monaco cioè che avrebbe dedicato la sua vita alla solitudine totale per completare l'enorme libro.



© Riproduzione Riservata.