BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L'INTERVISTA/ Adin Steinsaltz: ho "rubato" il Talmud agli ebrei per donarlo a tutto il mondo

Pubblicazione:

Adin Steinsaltz (Immagine dal web)  Adin Steinsaltz (Immagine dal web)

Vive a Gerusalemme con la sua grande famiglia, per ora quindici nipoti, è una maestro di saggezza e umorismo ebraico. "Gerusalemme è la più bella città del mondo. Io ci sono nato, sono una delle pietre della città. Ci si sente stranieri fuori Gerusalemme, anche se abiti a Tel Aviv. Eppure non è perfetta. La bellezza non è perfezione, simmetria, ma complessità. Le statue di Michelangelo sono perfette, ma non respirano. Una donna bellissima può avere un occhio azzurro e uno marrone. Ho detto al sindaco di Parigi, guardando il panorama della città: bella, sì, ma non bellissima. Magari prima o poi potrà diventare bella come Gerusalemme…". 

Al cuore, al centro del mondo, la città e il suo popolo. "Gli ebrei? Sono come tutte le altre persone, solo un po' di più. Più intelligenti e più stupidi, più buoni e più cattivi…". Per quale motivo allora, l'odio storico, continuo, rinnovato. "C'è una risposta alla stupidità?", anzi, dice di più, "C'è una risposta all'invidia? L'antisemitismo è un mistero, le sue ragioni sono chiaramente ridicole, ma è come una malattia, ad alcune persone accade. Eppure sapendo di essere malate dovrebbero cercare un medico…". Le sue basi sono politiche, sono religiose? "I politici sfruttano e utilizzano l'antisemitismo. Non credono alle dichiarazioni antisemite, ma è conveniente farle. Non ci sono motivazioni religiose. Anche i fondamentalisti islamici non sono affatto religiosi in sé. L'antisemitismo vende meglio della Coca Cola…ecco tutto". 

Amarissimo, il witz ebraico tanto decantato. Si distende però, e i sorrisi sono meno pungenti quando parla, con una speranza evidente,  insieme al realismo del saggio, dell'incontro tra religioni. "Come esseri umani ci assomigliamo abbastanza, ma tra l'uno e l'altro ci sono sempre delle differenze, così tra le diverse religioni che cercano di scoprire le stesse risposte alle stesse domande, ma definendole in modo diverso. Noi non chiediamo che ci si innamori l'uno dell'altro, ma di darci una mano e lavorare insieme".

-
Un'intervista esclusiva al rabbino Steinsatz va in onda oggi, 14 maggio, alle 19.30 su Tv2000 nel programma Soul, condotto da Monica Mondo.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.