BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ L’"avventura" di Adamo ed Eva? Per Francesco è davanti a noi

Pubblicazione:

Papa Francesco (Infophoto)  Papa Francesco (Infophoto)

Osservazione elementare — se la si sa fare — che riconduce le forme moderne della crisi dell'alleanza uomo-donna ad una difficoltà vissuta come insormontabile, trasformatasi in inibizione prima, in preclusione poi, e ultimamente in teoria filosofica sistematizzata con ambizioni politiche. Non a caso il Papa la prende alla lontana, da Adamo e Eva addirittura: «Così — ha affermato nell'udienza del 29 aprile parlando del diritto alla parità salariale della donna, tema del bel film We want sex del regista Nigel Cole (2010) — facciamo la brutta figura di Adamo, che per giustificarsi di aver mangiato la mela ha risposto al Signore: Lei me l'ha data".

Il pensiero del Papa irrita i radical chic di Confindustria che delle nuove frontiere omosex (e spiccioli) hanno fatto una tamburellante linea editoriale, ma spiazza anche i fan della famigli(ol)a tradizionale, i critici dell'emancipazione femminile, i pro-life ad ogni costo, gli atei-cristiani, o teo-con che dir si voglia e i nostalgici del "glorioso futuro alla spalle" convinti che in altri tempi, magari non quelli storici, ma almeno quelli biblici, le cose (tra uomo e donna) andassero benone. Niente da fare. O meglio tutto ancora da fare, è la tesi del Papa. L'avventura di Adamo e Eva non è alle spalle, ci sta davanti e inizia daccapo ogni  giorno, tra uomini e donne che provano e riprovano la messa a punto del loro legame.

"Possiamo dire che senza l'arricchimento reciproco in questa relazione — nel pensiero e nell'azione, negli affetti e nel lavoro, anche nella fede — i due non possono nemmeno capire fino in fondo che cosa significa essere uomo e donna". Il Papa punta sul vantaggio, su uomo&donna soci di una società aperta al bene comune: "i cristiani non si sposano solo per se stessi: si sposano nel Signore in favore di tutta la comunità, dell'intera società". Punta "su un soprassalto di simpatia per questa alleanza". Sarà il fascino per la riuscita del rapporto uomo&donna a rimettere in gioco una bussola per i moderni perplessi. Cercarne le tracce, e trovarne, nell'esperienza, nella letteratura, nel cinema, valorizzare le riuscite, stimolare con la critica, è il compito proposto dal Papa agli intellettuali chiamati a farsi organici al successo dei destini individuali di uomini&donne. Il Papa li invita a non trattare il legame matrimoniale come se fosse un tema "diventato secondario per l'impegno a favore di una società più libera e più giusta".

Compito non facile, dunque. Per non perdersi (d'animo) suggerisco di iniziare con la lettura della serie di articoli di Angela Pucchetti dedicati alle grandi storie d'amore milanesi: Ottavio Missoni&Rosita Jelmini, Kirizia&Aldo Pinto, Andrèe Ruth Shammah&Franco Parenti eccetera. Magari per continuare con Agassi&Steffy Graff, Bill Gates&Melinda Ann French, senza dimenticare Bill de Blasio&Chirlane McCray… Altri suggerimenti saranno i benvenuti. Buona ricerca a tutti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.