BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ "Avventurieri dell'eterno", le rotte di un desiderio con la D maiuscola

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il beato Martín Martínez Pascual (1910-1936) (Immagine dal web)  Il beato Martín Martínez Pascual (1910-1936) (Immagine dal web)

Al primo crocicchio si possono scoprire le stelle e tanti accorrono perché tutti vogliono vedere il buio squarciato dalle stelle. Sono i desiderantes che cercano il punto per proseguire il viaggio. E le cose cominciano a riverberare altri indizi. "Dopo aver visto Van Gogh nessun cipresso sarà più lo stesso, nessun cielo stellato sarà più anonimo, nessun campo di grano ci sembrerà insignificante" (p. 84).

L'avventuriero è proprio quel giovane uomo, Martín Martínez Pascual, che guarda i suoi assassini, ma dentro un orizzonte così corrispondente, infinito e appagante da poterlo perfino amare come la circostanza del suo approdo alla felicità: "questa è l'unica, vera, grande avventura della vita: la salvezza".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
18/07/2015 - Lo leggerò presto (Giuseppe Crippa)

Leggerò questo libro non soltanto perché le storie di queste persone mostrano quel desiderio di Infinito che provo anch’io almeno in istanti fugaci soffocati dalla prosaicità della vita di ogni giorno, ma soprattutto perché mi ricordano che la Risposta a questo desiderio è già arrivata e che – come mi mostra l’autore con la sua passione per la vita della Chiesa - è enormemente più facile coglierla tutti insieme.