BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Il "mio" viaggio col piccolo Sammy

Pubblicazione:

Immagine presa dal web  Immagine presa dal web

Ogni tanto, capita di fare cose per lavoro e di tornare a casa rigenerati. Ogni tanto capita di incontrare persone speciali e di trascorrere 48 ore indimenticabili. A me è capitato un paio di settimane fa, andando a Ponza. Intanto non ero mai stata sull'isola e quindi ero già emozionata perché andavo alla scoperta di un posto che da tanto tempo desideravo visitare e che finalmente entrava nella mia vita. Poi andavo a conoscere un ragazzo speciale di cui avevo solo sentito parlare. Infine, potevo vivere finalmente uno dei weekend della Rassegna di Ponza d'autore di cui sentivo parlare da anni, senza aver mai avuto l'opportunità di andarci. C'erano quindi tutte le premesse per passare un paio di giorni interessanti. Ma mi sbagliavo.

I due giorni sono stati travolgenti. Certo per la magia dell'isola, le persone, il clima, la musica. Ma soprattutto per lui. Sammy Basso. Un ragazzo di vent'anni affetto da una patologia rarissima, la progeria che induce un invecchiamento precoce del corpo. Al mondo ci sono circa un centinaio di casi. Ma qui non mi interessa parlarvi della malattia. Se volete saperne di più andate sul sito www.progeriaitalia.org. Vorrei invece condividere un pizzico dell'energia travolgente che Sammy ha trasmesso al sottoscritto e agli altri presenti.

Due cose mi hanno colpito profondamente. I suoi occhi e il senso dell'umorismo. Gli occhi per la profondità. Per la capacità di guardarti dentro e allo stesso tempo di farti sentire sempre a tuo agio. Ma anche per una frase che ho colto e mi è rimasta impressa: "Non metto mai gli occhiali da sole perché non voglio avere una visione deformata e distorta della realtà. Voglio ricordare le cose esattamente come le ho viste". Una piccola testimonianza della vita che sgorga come un fiume in piena dal cuore di Sammy. E poi la sua simpatia. La capacità di fare battute, di trovare il lato comico delle cose. Di spiazzarti con un'osservazione o di correggerti se dici qualcosa di inesatto. Si perché Sammy ha una grande passione per la storia ("Perché mi piace sapere da dove vengo") e per la scienza e quando ti ascolta, se dici qualcosa di sbagliato, interviene e puntualizza. E poi il rapporto con i bambini.



  PAG. SUCC. >