BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

80 ANNI/ Guerra civile spagnola, il cuore degli uomini è più forte dell'odio

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Pablo Picasso, Guernica (1937) (Immagine dal web)  Pablo Picasso, Guernica (1937) (Immagine dal web)

Ed è stato anche grazie a questa convinzione che in entrambe le fazioni ci furono gesti di profonda umanità, come quello avvenuto a Pozo de la Pal (Murcia), dove sia i repubblicani che i nacionales si astennero completamente dalle delazioni e dagli omicidi per tutta la durata del conflitto; del sindaco franchista di Zarza de Montàchez (piccolo centro abitato nei pressi di Càceres), che impedì che le tristi fucilazioni post belliche avessero luogo anche nel suo paese; di quell'anonimo operaio marxista di Madrid che salvò la vita del proprietario della sua fabbrica, il falangista Manuel Alonso, il quale in passato gli aveva insegnato a leggere; di quegli operai che consentirono al loro padrone di fuggire a Barcellona dalla prigione di Murcia nella quale era rinchiuso, o dei repubblicani del paesino catalano di L'Escala, che impedirono che il loro parroco venisse fucilato durante la persecuzione religiosa, il quale a guerra finita ricambiò il favore facendo sì che l'arrivo delle truppe di Franco non causasse un'epurazione degli oppositori. 
Sono questi eventi a dimostrare come il cuore dell'uomo, pur in circostanze tragiche come una guerra civile, è capace di dimostrare al mondo che esiste qualcosa in ognuno di noi che nessun odio, nessuna ideologia e nessun desiderio di rivalsa può essere in grado di cancellare. 

Ed è da questa convinzione che è necessario ripartire dopo eventi traumatici come quel feroce conflitto, se si vuole essere in grado di guardare a quel passato sanguinante con uno sguardo distaccato, capace però di lasciar trasparire una profonda misericordia nei confronti di quei tre anni di cui tutti, nessuno escluso, dovrebbero solo provare vergogna.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.