BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Saxa Rubra: dall'imperatore Claudio a Renzi, i nostri mali sono sempre gli stessi

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Per il resto il romanzo ci presenta, come sempre, il consueto fuoco di fila di invenzioni e di battute nei dialoghi, sempre vivacissimi e nei quali l'autrice sa attualizzare il passato, ma anche "passatizzare" il presente, se così si può dire: non è infatti raro che sulle labbra di Publio Aurelio o di qualche altro personaggio compaiano battute, come la celeberrima "Francamente me ne infischio" resa immortale da Rhett Butler, o la constatazione di don Milani secondo cui "L'obbedienza non è più una virtù"; oppure, Publio Aurelio si ritrova ad Olimpia a compiere una prodezza simile a quella di Ben Hur nella corsa delle bighe. Ancora, troviamo, adeguati e calati in un contesto antico, fatti e personaggi con cui abbiamo familiarità ai giorni nostri: per esempio, in Saxa Rubra lo scaltro segretario sperimenta sulla sua pelle, grazie a un travestimento, come le fanciulle siano davvero use a perdere la testa per i baldi pompieri; per non parlare della sequenza in cui Castore crea il panico spacciandosi per un impiegato di "Equiroma" (!) per raccogliere informazioni utili alle indagini.

In Saxa Rubra, addirittura, Publio Aurelio rischia di perdere tutto quel che possiede, e viene addirittura bandito dal Senato. Ma, con la sua intelligenza acutissima, riuscirà a cavarsi d'impiccio e a scoprire anche più di quello che avrebbe mai potuto anche solo immaginare, arrivando ad aiutare il suo ex maestro di etrusco Claudio a sventare un contrabbando che avrebbe di molto impoverito le casse imperiali.

Insomma, per tutti gli amanti del genere il romanzo rappresenta una felice conferma delle doti di un'autrice solida e che rappresenta una garanzia per il lettore; per chi non avesse invece ancora letto nessun volume della serie di Publio Aurelio, un'avvertenza: attenzione, può generare dipendenza.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.