BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Diventare vescovo significa "fare carriera" nella chiesa?

Pubblicazione:

Immagine dal web  Immagine dal web

Qualche anno più tardi, tuttavia, egli accettò la proposta di occupare la cattedra di Costantinopoli, ben più prestigiosa — benché, fino all'arrivo di Teodosio, di fatto la sua autorità si limitasse alla piccola comunità di osservanza nicena in una metropoli a maggioranza omeousiana. Il suo fu un episcopato breve e travagliato, che si concluse nel 381 con le dimissioni durante il concilio di Costantinopoli, e tra le accuse che lo spinsero alla rinuncia vi fu anche quella di avere violato il canone di Nicea per essersi trasferito da una sede episcopale ad un'altra. Però la sua sconfitta umana si tradusse in una grande vittoria della fede: la straordinaria produzione teologica di quei due anni di episcopato ebbe infatti un peso decisivo nella soluzione della controversia trinitaria, grazie a quello stesso concilio di Costantinopoli che lo vide personalmente perdente. Il credo che professiamo ogni domenica è anche il frutto di quella complicata vicenda.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.