BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ARTE/ La bellezza di Samtavisi (Georgia), un accadere di fatti e uomini

Pubblicazione:

La cattedrale di Samtavisi in Georgia (Foto dal web)  La cattedrale di Samtavisi in Georgia (Foto dal web)

Dalla conversione al cristianesimo (337 d.C.), la Croce è il segno per eccellenza della cultura georgiana. Erette su colline, grandi croci innalzate su steli figurate, sono state il nucleo originario delle prime chiese. Ma, come appunto ci insegna il prospetto absidale di Samtavisi, che si impagina ricordando quei primi monumenti cristiani, la croce, segno del sacrificio di Cristo e quindi della più grande misericordia del Padre, è portatrice di vita nuova nella Resurrezione, per cui si innalza come un poderoso albero che genera foglie e frutti, come incredibilmente capita alle arcate di questa cattedrale che, anche agli angoli, si trasformano in rigogliosi vitigni. Un naturalismo degno delle più fantasiose cattedrali gotiche europee che va insieme all'espressività quasi realistica della pittura georgiana, sempre accompagnata da lunghe didascalie a raccontare il cristianesimo come accadere di fatti e uomini, in quella grafia inventata apposta per diffondere il Vangelo al sud del Caucaso. La bellezza nel suo significato più vero si staglia ancora oggi nelle forme di questa cattedrale, monito propositivo e praticabile contro ogni prepotenza moderna.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.