BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Perché Erdogan ce l'ha così tanto con Gülen e i gülenisti?

Pubblicazione:

Fetullah Gülen (Foto dal sito (http://fethullahgulen.com)  Fetullah Gülen (Foto dal sito (http://fethullahgulen.com)

Il più importante leader di questo periodo è stato Bediüzzaman Said Nursi, autore di alcuni importanti testi spirituali che hanno fortemente influenzato il giovane Fetullah Gülen. Nato nel 1941, Gülen ha dato vita ad una comunità che conta oggi in Turchia circa mezzo milione di aderenti. Ispirandosi a Nursi, Gülen ha proposto una dottrina adatta al mondo moderno e capace di dialogare con gli altri universi culturali e religiosi. Povertà e ignoranza sono considerati due dei principali mali contro cui combattere. Questo spiega l'enorme impegno del movimento gulenista nell'educazione, fondando scuole e università in diverse parti del mondo per favorire una corretta conoscenza dell'islam e uno scambio proficuo tra culture.  Personalità di grande carisma, Gülen — che dal 1997 vive in esilio negli Usa — ha cercato, da una parte, di contrastare in Turchia l'idea consolidata dell'islam come forza "politica" antisistema, affermando una dimensione spirituale e morale della fede, dall'altra, ha combattuto — specie in Occidente — l'ideologia dello "scontro delle civiltà" promuovendo un'immagine diversa dell'islam, come religione della compassione e della pace. 

Protagonista dell'islam in Turchia, quello proposto da Gülen rappresenta, pertanto, un nuovo modello religioso, un'ampia realtà organizzata, tenuta insieme da una forte solidarietà spirituale ma anche da un'efficiente rete economico-sociale. La fondazione di istituzioni, centri culturali, scuole e giornali, oltre all'ampia trama di relazioni umane, spirituali ed economiche che attraversano trasversalmente la società turca, rende il movimento Izmet un soggetto rilevante, da alcuni accusato di essere una sorta di "Stato nello Stato". Proprio il suo peso specifico all'interno del ceto medio turco, tra i piccoli e medi imprenditori, in alcuni settori dell'amministrazione pubblica e tra la borghesia urbana emergente, e la sua proposta di un islam aperto e moderato, rendono il movimento gulenista in questo momento l'unico autorevole soggetto capace di contendere a Erdogan e all'Akp l'egemonia sulla società turca, in una fase in cui manca una valida alternativa "islamica" al crescente strapotere del presidente. Risiedono probabilmente qui i motivi di tanto accanimento di Erdogan nei confronti di Gülen e dei gülenisti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.