BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Il Corano è solo "diritto penale di guerra"?

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Bilotti prova ad evidenziare come alcuni passi, in via di principio esempi fondanti di questo "diritto penale di guerra", dimostrino al più un attaccamento morale netto, che può essere letto, in alcune sure citate nel libro, come un invito ad essere impavidi e sicuri, piuttosto che feroci, violenti e detentori del potere e della forza.

In conclusione, Il Diritto e il Corano risulta essere un'interessante ed arguta base di partenza per gli appassionati di conoscenza, consapevoli e rispettosi dell'esistenza di un patrimonio intellettuale medio-orientale che non si dimostra superfluo ed inessenziale. La lettura rappresenta un incoraggiamento e un invito alla lungimiranza di quanti non amano servire stereotipi invalsi, screditando a priori altre culture storiche.

Probabilmente eravamo convinti che accettando la televisione e gli altri simboli globalizzati dei consumi, automaticamente i musulmani avrebbero accettato il sovrapporsi di un'altra cultura che rendesse tutti uguali, elementi di un medesimo progetto comune.

Ma così non è stato, e di conseguenza risulta essenziale conoscere, informarsi e dialogare, provando a carpire i limiti e i meriti, i medi e gli estremi di una cultura ricca ed ampia, senza caricare di sanzioni generalizzanti un testo ed un popolo frutto di un enorme bagaglio storico e concettuale.

 

(Michelangelo Bruno)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.