BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STORIA/ Il giudice del maxiprocesso: oggi la vera mafia sta nelle centrali finanziarie

Pubblicazione:

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (Foto dal web)  Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (Foto dal web)

Indubbiamente c'è stata una presa di posizione aperta da parte della Chiesa siciliana, sia attraverso i pontefici che si sono succeduti, che attraverso i vescovi, soprattutto quelli che si sono avvicendati nella diocesi di Palermo. Ma soprattutto ci sono tanti sacerdoti che quotidianamente hanno svolto e svolgono il proprio ministero e in tal modo combattono la mafia, più di tanti che fanno proclami. Don Pino Puglisi, oggi beato, non era conosciuto quasi da nessuno, eppure in quello stesso periodo c'erano cinque o sei sacerdoti che a Palermo avevano la scorta. Nessuno di loro fu mai toccato. Puglisi, che in silenzio faceva il suo mestiere di prete, dava alla mafia più fastidio di quelli che la combattevano magari a parole.

 

(Francesco Inguanti)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.