BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Betocchi e la "rivelazione" che riempie il nostro sguardo

Pubblicazione:

Carlo Betocchi (1889-1996) (Foto da centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it)  Carlo Betocchi (1889-1996) (Foto da centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it)

Insomma: la croce l'ha imbracciata, "rimediata/ tra rimasugli d'un antro artigiano". La sua poesia è scoperta della vita ("partiva da lì: ero colmo di questa capacità di vita che m'era stata data, e la cui giusta misura era quella di farmi sentire creatura fra le creature"), come dire che al fondo della sua intuizione poetica, rivelazioni come le chiamerà, che lo fanno balzare "addirittura dal sonno, lucidissimo, chiamato a destarmi da quel flusso veemente", c'è un modo tutto suo di sentire Dio come universo nascente.

Avrà Betocchi altre stagioni e libri felici, su tutti L'estate di San Martino (1961) dove ormai gli tocca registrare nel tempo che passa l'assenza di carità, e ne è sgomento, ragionando con profetica lucidità su come "il mondo/ sia un'arida clessidra, e noi come sabbia/ che, dentro, vi scivoliamo". Di fronte allo sgretolarsi dell'essere del mondo "non altro che suono" salvifica appare la preghiera: "la mia anima/ prega sugli orizzonti senza suono (…) la mia anima prega per ciò che muore".

«Disegnare l'operazione poetica di Betocchi — scriveva Pasolini nell'aprile del 1953 — è fare il ritratto di una "grazia"» da non intendersi come una categoria critica allacciata all'abito poetico di Betocchi perché nel suo universo tutto è grazia. Non c'è aspetto del reale – dal paesaggio alla morte, dal più piccolo essere vivente all'universo intero – che non venga da lui osservato con lo sguardo partecipato e commosso, mirabilmente toccato dalla grazia nella parola e nella presenza nel mondo.

-
Giovedì 9 giugno il Centro Culturale di Milano dedica un appuntamento a Carlo Betocchi. Gli ospiti: Giancarlo Pontiggia, poeta e docente di Letteratura Italiana, Davide Rondoni, poeta e scrittore. Modera Francesco Napoli. Ore 18.30, Palazzo del lavoro, Piazza IV Novembre 5, Milano.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
09/06/2016 - un poeta (laura cioni)

Bello e utile questo scritto. Grazie da una grande ammiratrice di Betocchi.