BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ "Più splendon le carte", così Dante è arrivato fino a noi

Pubblicazione:

Dal sito FB della mostra  Dal sito FB della mostra

Viene da pensare all'impoverimento che la comunicazione vive oggi nell'era dei mass media e dei social network — unitamente a un indubbia maggiore rapidità o comodità —, o alla dimenticanza in cui versa la letteratura e la cultura in genere (forse proprio a causa, in parte, di questi strumenti). Sarà possibile recuperare l'amore e la dedizione che gli antichi hanno dimostrato per la letteratura? Sarà possibile recuperare un rapporto reale con un autore — quale ad esempio Dante — e le sue opere come quello di un Boccaccio, desideroso di farlo conoscere a quante più persone possibile e senza introversioni elitarie o astratte dal sentire e dal vivere quotidiani? Strumenti come l'esposizione di "Più splendon le carte" fanno sperare di sì.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.